Monday, January 14, 2008

Rete casalinga Gigabit e mimo targati D-Link

Allora: oggi ho completato la rete casalinga comprando modem e router separati ed ho deciso di passare al GigaBit e al Draft-n 2.0 targato D-Link!

So che molti storceranno il naso: io stesso pensavo che fosse ancora troppo presto, ma quando ho letto del router che poi ho deciso di comprare non ho saputo resistere.

Le mie esigenze erano queste: condividere il contenuto di un HD da 500GB in una rete composta prevalentemente da portatili dotati di LAN 10/100/1000. Dopo aver deciso di comprare l'HD NAS dotato di G-LAN tutti i pezzi del puzzle sono praticamente andati a posto da soli.

Per cominciare ho scoperto che al momento non esistono modem routers dotati di switch Gigabit, quindi il router sarebbe stato il collo di bottiglia dell'intera rete. Ho anche ragionato sul fatto che generalmente i fulmini fanno saltare il modem, non tutti i computer ad esso connessi via cavo, quindi investendo su un router wifi mimo senza modem interno non avrei avuto problemi in caso di fulmine (da tenere a mente per dopo: un modem LAN costa 20€ mentre un router decente viaggia sui 100!).

Per farla breve ho comprato il D-Link DIR-655 (qui la review) che è mimo ed è il primo router certificato wifi e certificato anche per il draft-n 2.0. Questo significa che probabilmente questo router sarà aggiornabile alla versione definitiva del 802.11n quando questa uscirà e che nel frattempo potrò godere di 300MBit in W-LAN e 1GBit via LAN, sufficienti a garantire lo streaming dall'HD di rete a tutti i computers della casa.

Immagine IPB

A questo ho abbinato un modem della D-Link collegato alla rete in modalità bridge e al router attraverso la porta WAN che veniva venduto in bundle.

Immagine IPB
Infine ho collegato l'HD NAS da 500GB e il mio portatile dotato di connessione Gigabit al router ed ho acceso il tutto.

Immagine IPB

Risultato: dopo aver aggiornato tutti i firmware l'HD è talmente veloce che posso usarlo tranquillamente come spooling per uTorrent; lo streaming via cavo di contenuti video compressi in MPEG4 procede senza il benché minimo intoppo e tra poco farò dei test di masterizzazione che tuttavia non credo proprio possano dare dei problemi. iTunes riconosce la periferica UPnP dotata di server specifico per iTunes quindi tutti i portatili potranno giovare dello stesso archivio musicale e comunque tutti i dati multimediali sono accessibili a tutti i portatili perché il drive compare come unità in risorse del computer.

Immagine IPB

Pensate che questo HD si spegne da solo dopo un timeout impostabile via web e contiene un server FTP che intendo configurare in modo da poter scaricare dal ninja in remoto!

Ho impostato il reparto radio del router per usare WPA/WPA2 e sia il portatile sia il ninja si connettono senza il minimo problema nonostante il router sia impostato per reti miste g/n. Non ho ancora una scheda di rete compatibile col draft 2.0, ma aspetto domani per sentire le novità di Steve Jobs (spero annunci i nuovi macbook pro).

Totale della spesa:
router mimo D-Link DIR-655 & modem LAN D-Link DSL-320T (combo) 160€
NAS D-Link DNS-313 95€
HD Samsung 500GB Sata-2 85€

Se qualcuno avesse esigenza di condividere contenuti multimediali all'interno della propria rete domestica credo che questa possa essere una alternativa interessante (oltre che economica, considerando che dovevo comunque comprare router, modem e HD) ad un computer Linux sempre acceso con SAMBA.
Se non avessi preso questi oggetti avrei probabilmente speso 95€ per modem router e 130€ per HD USB, quindi 340€ - 225€ = 115€ in più, ma considerando l'eventualità fulmine...




0 comments: